martedì 31 gennaio 2017

Minorca - Spiagge mozzafiato e paradiso gastronomico

Quiete, natura selvaggia, spiagge di sabbia finissima, paesaggi di straordinaria bellezza, mare cristallino, questo e tanto altro ancora hanno contribuito affinchè l'isola di Minorca fosse dichiarata dall'Unesco "Riserva della biosfera". Un'isola che nel corso degli anni ha catturato il cuore di quanti hanno deciso di trasferirsi a Minorca dopo esserci stati per una vacanza. 





Ma Minorca, oltre ad offrire paesaggi mozzafiato e splendide spiagge all'interno di riserve naturali,
offre anche una grande varietà di prodotti enogastronomici da non perdere. 
Il territorio minorchino infatti presenta diverse zone agricole che forniscono la materia prima per poter realizzare numerose ricette tipiche.

Ti potrebbe interessare: I più bei regali per chi ama viaggiare

Grande è la selezione di pesce e crostacei, come sogliole, aragoste, sarde, calamari, triglie, gamberi e cozze, tutti prodotti di alta qualità, con i quali è possibile dare vita a piatti tipici della tradizione gastronomica minorchina, come la Caldereta de llagosta, l’aragosta stufata, o come il peus de Cabrit, pescato cotto con sherry e prezzemolo. 
Senza dubbio, però, uno dei piatti più conosciuti è la Paella che viene realizzata con l'aragosta





Oltre al pesce pregiato, l'isola offre anche deliziosi piatti a base di carne, come la spalla arrosto o il cosciotto arrosto di agnello
Da non perdere, la grande varietà di salumi tra cui sobrasada, carne di maiale aromatizzata con paprika, carn i UXA, una salsiccia tradizionale a base di carne magra, pancetta e carne stagionata.
Uno dei prodotti più diffusi sull'isola delle Baleari sono le melanzane, che vengono preparate in molteplici modi. 

Ti potrebbe interessare: Scopri come riprendere i soldi spesi per i tuoi viaggi

Da provare anche un piatto di origine araba, alla cui base ci sono sempre le melanzane ripiene questa volta con la cipolla: l’ “imam bayildi”.
Tra le specialità c'è anche il Queso de Mahon, formaggio fatto al 90% con latte di mucca ed una minima percentuale di latte di pecora. Si tratta di un prodotto che, nel 1985 ha ottenuto la denominazione di prodotto D.O.C.



A Minorca però non mancano neanche i dolci, tra questi uno tipico è l’ensaimada, una dolce a forma di chiocciola che può essere servito sia con marmellata di zucca che con crema pasticcera o con una semplice crema al cioccolato. 
Accanto a questo, ci sono gli amargos, fatti con le mandorle, i carquinyols, piccoli dolci fatti anch’essi con le mandorle, i Turro cremat, a base di torrone. 

Un consiglio: se volete visitarla bene affittate la macchina piuttosto che il motorino. Non ve ne perntirete.

Per conoscere qualcosa in più su Minorca visitate il sito dedicato all’isola: www.isoladiminorca.com E il canale YouTube: IsoladiMinorca

Ti è piaciuto l'articolo? Seguici sulla nostra pagina FB Il Profeta dei viaggi

Nessun commento:

Posta un commento